I dati strutturati possono aiutarti a inviare a Google i giusti segnali sulla tua attività arricchendo lo snippet di ricerca, ma come fare?

I Rich snippet (frammento ricco) sono stati introdotti da Google nell’Aprile del 2012, ma solo negli ultimi anni si è vista una crescita costante -ma non importante- di questo strumento. Basti pensare che secondo un indagine di Searchmetrics solo lo 0,3% di tutti i siti utilizza lo strumento dei dati strutturati.

Un aspetto interessante dei dati strutturati e che oltre ad arricchire in modo considerevole la nostra snippet nella pagina di ricerche, con foto, recensione, orari, prezzi e altro ancora, la marcatura dei dati strutturati dà al motore un maggiore significato del contenuto del sito, così da creare nuove ricerche per gli argomenti segnalati, e inoltre più approfondite.

Ad esempio se in un articolo, tramite i rich snippet, segnalo a Google che “Salvatore Marigliano” è l’autore di questo articolo, il motore fornirà risultati che mostrano migliori informazioni per l’utente che era alla ricerca di “Salvatore Marigliano”.

Per approfondimenti segnalo il sito: schema.org

Innanzitutto diamo una definizione di dati strutturati:

Sono marcature (schema markup) che s’inseriscono all’interno del sito per aumentare la comprensione dei motori di ricerca sui contenuti che ci sono. In poche parole i dati strutturati sono come un grande vocabolario, semantico, formato da micro dati che si utilizzano per implementare le informazioni più rilevanti del nostro sito web, per restituire agli utenti ricerche sempre più dettagliate.

Con lo strumento rich snippet si possono segnalare:

  • Stelline di recensioni
  • Titolo dell’articolo
  • Orari dell’esercizio commerciale
  • Prodotti
  • Foto
  • Eventi
  • Prezzi
  • Logo brand

Esempio di utilizzo di schema.org.

dati strutturati eventi

dati strutturati eventi

In questo esempio nei risultati delle ricerche del Teatro San Carlo sono forniti agi utenti le date degli eventi in programma.

Come Inserire i dati strutturati

Ci sono diversi modi per inserirli, adesso andiamo a vedere, prima con l’aiuto dell’assistente per il merkup di Google, poi vediamo invece, se lavoriamo su un cms come WordPress, quali plugin si possono scaricare.

Vai sul sito Assistenza per il merkup di Google

assistenza markup google

assistenza markup google

1. scegliere il tipo di dato e inserire l’url in fondo pagina. Poi clicca ” inizia la codifica”

marcatura

marcatura

2. aggiungere tutti gli elementi da marcare come nome, autore, immagine ecc.

NB. nel caso non trovassi una marcatura all’interno del testo, puoi aggiungerla cliccando su impostazioni (rotellina) alla voce “aggiungi tag mancante”.
creare html

creare html

3. una volta marcato gli elementi che ci interessano, si crea, come si può vedere dalla figura, il codice Html.

modifiche codice html

modifiche codice html

In questa pagina si vedranno le modifiche apportate per l’inserimento delle marcature all’interno del codice.

Adesso non dobbiamo fare altro che trasferire queste modifiche all’interno della sorgente della nostra pagina html, del nostro sito, procedendo in questo modo verranno aggiunti alle nostre pagine di ricerche.

Rich Snippet WordPress Plugin

Se lavoriamo su CMS WordPress, possiamo scaricare un plugin che ci aiuti ad implementare i dati strutturati all’interno del nostro sito web, ne consiglio un paio davvero utili..

All In One Schema.org Rich Snippets

 

rich snippet wordpress

rich snippet wordpress

Questo plugin è totalmente gratuito con più di 50.000 download e un 4+ di stelle, e uno dei plugin più popolari per aggiungere dati strutturati sulle nostre pagine. Un plugin semplice, rapido, può aggiungere in pratica di tutto al nostro blog, ottimo per recensioni, eventi, persone, prodotti ecc.

Ogni volta che si crea un post, è possibile selezionare il tipo di rich snippet che vogliamo configurare e quindi aggiungere tutte le informazioni dettagliate per i motori di ricerca.

Gli sviluppatori forniscono un supporto molto efficiente, per qualsiasi problema sono molto disponibili. Difficili da trovare quando i plugin sono gratuiti e non a pagamento.

 

Caratteristiche

  • Facile, veloce da installare e configurare
  • supporto efficiente e gratuito da parte degli sviluppatori
  • Completo, Include dati come recensioni, giudizi, eventi, persone, prodotti e ricette

Prezzo: Gratis

Schema App Dati Strutturati

schema app dati strutturati

schema app dati strutturati

Schema app dati strutturati è un plugin in parte gratuito, si tratta di un semplice strumento progettato per permettere ai proprietari di siti web wordpress di inserire facilmente i loro dati strutturati senza avere alcuna conoscenza di codifica necessaria.

Quando s’istalla il plugin, automaticamente genera un merkup predefinito per il tutto il sito web. Si può, inoltre, andare in ogni pagina ed eseguire le personalizzazioni che più desideriamo.

Anche se questo plugin è gratuito, si può acquistare la versione premium che permette di sboccare funzioni avanzate, dove si possono gestire più siti, più personalizzazioni e gestire anche e-commerce.

 

Caratteristiche

  • Aggiunge automaticamente un markup predefinito per tutte le pagine di WordPress
  • Si può modificare la marcatura per ogni pagina senza alcuna conoscenza di codifica
  • supporto tecnico e funzioni avanzate disponibili nella versione premium.

Prezzo: Gratis (Versione Premium dai 37$/mese).

Markup dei dati strutturati: fattore di posizionamento?

I dati strutturati sono di aiuto a Google per capire il potenziale che è racchiuso nelle nostre pagine. Rende il nostro snippet più ricco ed esteticamente più attraente aumentando i click dei risultati organici al nostro sito web.

Google ha dichiarato che l’aggiunta di merkup nella pagina non è un fattore di posizionamento.

John Muller di Google inoltre ha dichiarato in un hungout, dove parlava di dati strutturati, (al minuto 21.40) che anche se il motore attualmente non utilizza i merkup per il posizionamento di un sito, non è detto che non lo farà in futuro. Muller ha aggiunto che usare i dati strutturati ha un senso e dà un enorme vantaggio, perché l’utente che si trova davanti ad una pagina marcata con i rich snippet, sarà più propensa a cliccarci sopra, poiché ha già trovato la risposta alla sua domanda.

Di seguito l’intero intervento di John Muller.

Conclusione

I dati strutturati sono stati creta per gli utenti, per avere una ricerca che soddisfi appieno la domanda dell’utilizzatore. Noi da questo strumento possiamo aumentare il CTR, ossia i click al nostro sito web.

Non sono molti a usarlo e per quanto Google dichiari che nono siano un fattore di posizionamento diretto, penso che indirettamente lo sono. Perché, credo, che l’azienda di Mountain View, se dovesse scegliere tra due risultati di qualità da posizionare in prima pagina, sceglierebbe sicuramente quello con i dati strutturati più implementati , non pensate anche voi?

Summary
Dati strutturati: come inserirli e quanto influiscono sul posizionamento SEO
Article Name
Dati strutturati: come inserirli e quanto influiscono sul posizionamento SEO
Author

Commenta

commenta